DOMINIO DI LAVANDA

Una passione, un savoir-faire

La nostra fattoria famigliare, un luogo conservato su 330 ettari

Le Musée de la Lavande - Coustellet - Le Château du Bois

La fattoria famigliare si trova a Lagarde d’Apt en Vaucluse, piccolo villaggio di una trentina di anime, che arriva sugli alti plateau d’Albion a 1100 m d’altezza, tra il maestoso Luberon e l’imponente gigante della Provenza, il Mont Ventoux. "Le Château du Bois" è stato costruito nel 1820. L'origine del suo nome non è certa, infatti ci sono due teorie plausibili. La prima è che bisogna piantarla in uno spazio boscoso, la seconda afferma che il suo nome proviene dal legno usato per la sua costruzione.

"Le Château de bois" diventava "le Château du Bois". Inoltre sui documenti catastali si trovano, secondo i periodi, le due ortografie.


In quel periodo, molti castelli erano eretti per controllare le immense superfici di terra e bosco del plateau. Era piacevole soggiornare in luglio e agosto quando faceva più fresco che in pianura. La nostra famiglia si è stabilita sul plateau d'Albion nel 1890.

Le Musée de la Lavande - Coustellet - Récolte lavande pureLa raccolta della lavanda selvaggia si praticava nelle baiassières (compluvi), luoghi dove crescevano le lavande chiamate in dialetto "baiasses". Per aumentare il rendimento, i paesani le pulivano per fare diventare chiare in modo che le piante si sviluppavano meglio. Le zappavano per diserbarle.
Le lavandaie si organizzavano ancora meglio da quando la vendita della lavanda rappresentava un'entrata sempre più importante, a quei tempi una manna su queste terre così povere. La lavanda era anche chiamata l'oro blu poiché la pagavano molto bene e in contanti.

Le lavande selvagge erano tagliate con la falce dalla manodopera locale, spesso le donne, i bambini, i pastori ma più tardi quando i cantieri di taglio si organizzavano, non era raro di fare appello a dei team di lavoratori stagionali italiani o spagnoli.

All'inizio, la distillazione era mobile, si installava sempre vicino a un punto d'acqua e poi le fattorie si munirono delle proprie distillazioni.
Le tecniche migliorarono, la cultura, la distillazione e la commercializzazione diventarono sempre più professionali negli anni trenta: la cultura della lavanda era nata.

Galleria foto

Galerie photos - Champs de lavandes en fleurs

 

Informazioni PraticheContatto IscriversiPrenotazione gruppi

RÉSERVEZ/BOOK