La lavande fine présentée par le Musée de la lavande à Coustellet

Eccezione culturale

Le Musée de la Lavande - Coustellet - Fée LavandulaLa Provenza è un paese di leggende, la Lavanda ha la sua

C'era una volta, una bellissima fatina che si chiamava "Lavandula", era bionda e aveva dei bellissimi occhi blu. Era all'origine della nascita delle lavande selvagge della montagna di Lure.


Le château du bois - AOCUn riconoscimento, una garanzia

È un riconoscimento per tutti i produttori tradizionali d'olio essenziale o essenza di lavanda fine per aver creato una denominazione d'origine controllata diventata denominazione d'origine protetta, la sola autorizza a dare il nome di "Alta Provenza".

Le château du bois - Bougie senteur lavandeIl suo profumo straordinario è  usato dai più grandi profumieri.

L'uso della lavanda risale a tempi molto antichi. I romani usavano la lavanda per profumare i bagni e la biancheria appena lavata.
I maestri artigiani guantai di Grasse producevano dei guanti in cuoio destinati all'alta società francese ed europea. Per mascherare l'odore dei tannini che rischiavano di non piacere alla signore eleganti, profumavano i guanti.

Virtù riconosciute dall'antichità per curare

La lavande pure - Propriétés médicinalesLa lavanda per curare

La lavanda fine di Provenza è una pianta medicinale riconosciuta dall'antichità.
La parola "lavanda" deriva dal latino lavandula, che proviene dal verbo latino lavare. I romani la usavano per profumare il bagno.


In seguito, gli fu attribuito un potere disinfettante, per questo motivo durante le grande epidemie di peste nella Provenza all'inizio del XVIII secolo è stato molto usato, sotto forma di sacchetti o spugne inibite di "aceto dei quattro ladroni".

La lavanda era anche bruciata per combattere i miasmi dato che si pensava che i buoni odori allontanavano il male mentre i cattivi odori li attiravano. Questa idea è pura fantasia ...

Un po' di botanica per riconoscere la lavanda fine

Conoscete la differenza tra le lavande e lo spigo?
La lavanda fine cresce nelle montagne secche provenzali al di sopra di 800 metri d'altezza. Sul suo versante meridionale, il plateau de Sault e il plateau d’Albion rappresentano il 70% delle culture di lavanda fine di popolazione.

Galleria foto

Galerie photos - Champs de lavandes en fleurs

 

Informazioni PraticheContatto IscriversiPrenotazione gruppi

RÉSERVEZ/BOOK