La lavande fine présentée par le Musée de la lavande à Coustellet

Eccezione culturale

Le château du bois - Bougie senteur lavandeIl suo profumo straordinario è  usato dai più grandi profumieri.

L'uso della lavanda risale a tempi molto antichi. I romani usavano la lavanda per profumare i bagni e la biancheria appena lavata.
I maestri artigiani guantai di Grasse producevano dei guanti in cuoio destinati all'alta società francese ed europea. Per mascherare l'odore dei tannini che rischiavano di non piacere alla signore eleganti, profumavano i guanti.

 

Le château du bois - Habit de parfumeur

Fu così che la corporazione dei guantai, creata nel 1614 a Grasse, divenne nel 1714 quella dei guantai-profumieri e poi nel 1759 quella dei maestri profumieri.
Grazie al loro savoir-faire sviluppato per generazioni, i loro dinamismo, l'abbondanza delle risorse locali in materie prime come la rosa, il gelsomino, la tuberosa e la lavanda, l'industria di profumeria ha predominato su tutte le altre. La città di Grasse è diventata la capitale internazionale del profumo.
La lavanda fine ha mantenuto dei partigiani ferventi, è usata ancora oggi dai più grandi profumieri come Guerlain, Caron o Azzaro.


Nel quotidiano dei Provenzali, il "profumo" lavanda ha sempre avuto un posto prescelto, i piccoli sacchetti di lavanda guarnivano da sempre gli armadi per profumare la biancheria di casa e i vestiti. La tradizione popolare dice anche che portano fortuna ...

 

Galleria foto

Galerie photos - Champs de lavandes en fleurs

 

Informazioni PraticheContatto IscriversiPrenotazione gruppi

RÉSERVEZ/BOOK